San DonatoToday

Chiaravalle, case di mafiosi a donne vittime di violenza

I beni sequestrati alla mafia del borgo di Chiaravalle andranno a donne vittime di violenza

Beni sequestrati a donne vittime di violenza

Case una volta di movimenti malavitosi oggi destinate ad associazioni impegnate ad aiutare nuclei famigliari in difficoltà, capi famiglia soli con bambini o ancora donne vittime di violenza. L’annuncio è arrivato nella giornata di giovedì dal Comune di Milano con una nota che indica il complesso di via Sant’Arialdo, nelle vicinanze dell’abbazia, come futuro luogo di accoglienza.

Si tratta di proprietà una volta appartenuta a “Cosa Nostra” composta da due tipiche grandi case lombarde, un grande giardino con frutteto e un terreno agricolo. Parola ora al terzo settore impegnato in grandi progetti di solidarietà che potranno presentare soluzioni e programmi per la gestione della struttura e del territorio a ridosso dell’hinterland. La struttura di via Sant’Arialdo si aggiunge alle 130 proprietà confiscate alle mafie e assegnate finora dallo stato al comune di Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Milano, tentato suicidio in metro: donna si lancia sui binari della rossa, ferma la M1

  • Milano, tragedia nel cantiere della metro M4: Raffaele, l'uomo morto schiacciato dai detriti

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

Torna su
MilanoToday è in caricamento